Gli stati di vita del cristiano. Riflessioni su un’opera di Hans Urs von Balthasar

Sommario: I. Situare teologicamente la vita cristiana e gli stati di vita: 1. Creazione, caduta, salvezza, eschaton. 2. La rilevanza e conoscenza dello stato originario. 3. La caduta e la redenzione. 4. Il complemento escatologico – II. Gli “stati di elezione”: 1. La base biblica. 2. Lo “stato eletto” di fronte allo stato secolare. 3. La vita consacrata. 4. Il sacerdozio ministeriale. 5. Il collegamento dinamico tra vita consacrata e sacerdozio. 6. La normatività della prima comunità degli Apostoli – III. Il laicato e il matrimonio: 1. I laici. 2. Il matrimonio – IV. La mutua inerenza degli stati di vita del cristiano: 1. L’armonia tra gli stati. 2. L’ambivalenza della secolarità cristiana – V. Alcune osservazioni sull’impostazione balthasariana degli stati di vita: 1. L’inizio e la fine. 2. Gesù Cristo, ermeneutica vivente della vita cristiana e dell’uomo. 3. Il discepolato e la vita religiosa. 4. La vita religiosa come “testimonianza escatologica”. 5. Il celibato e l’obbedienza del sacerdote. 6. Il laicato e il matrimonio – VI. A modo di conclusione.

L’articolo presenta il contenuto del libro “Gli stati di vita del cristiano” di Hans Urs von Balthasar. In base ad una riflessione sugli inizi della vita umana sulla terra e sull’identità spirituale di Cristo e di Maria, il teologo svizzero presenta lo stato vissuto secondo i consigli evangelici come paradigmatico per la vita cristiana, non solo per la persona consacrata, ma anche per la vita del ministero ordinato e, in qualche modo, della vita laicale. Nella seconda parte dello studio, si segnalano alcuni aspetti della riflessione di von Balthasar che mostrano dei limiti nella loro fondamentazione teologica : essi riguardano gli inizi dell’umanità, l’identità di Cristo e dei primi suoi discepoli, la qualità paradigmatica della vita religiosa, il significato dell’obbedienza e del celibato sacerdotali.

The article presents and critiques von Balthasar’s work ‘The Christian State of Life’. On the basis of his understanding of the beginnings of human life on earth and of the spiritual identity of Christ and Mary, von Balthasar presents life lived according to the evangelical counsels as paradigmatic for Christian life, not only that of consacrated women and men, but also that of ordained ministers and even of lay faithful. Some defective aspects of his thought are then considered, especially in respect of the beginnings of humanity, of the identity of Christ and his first disciples, of the paradigmatic quality of religious life, of the meaning of obedience and celibacy for ordained ministers.